feed

Il Filo

Guida ai lavori Femminili: Tutto quello che si può realizzare con un Filo.

Taglio e Cucito: Il Kilt Scozzese

Chiamiamolo pure kilt, soprattutto se ha il telino liscio sul davanti ed è allacciato lateralmente, ma in realtà questa parola straniera serve ad aumentare il fascino della solita, pratica gonna a pieghe, capo immancabile dei nostro guardaroba.

Taglio_Cucito_Gonna_Kilt

Nella fotografia ne vedete presentata la versione per la mamma e per la bimba (taglia 42 la mamma e taglia per 5 anni la bimba). L’uso di tessuto a disegno scozzese elimina la necessità del modello e permette di servirsi del riquadro del tessuto come traccia per l’esecuzione.
La larghezza della piega e la profondità della stessa sono strettamente legate alla misura del riquadro. Per questa ragione la nostra trattazione darà le misure relative ai capi da noi eseguiti, ma anche una spiegazione generica, affinché vi sia facile l’esecuzione con quadri di qualsiasi misura. Innanzi tutto è necessario spiegare che cosa è una piega: ogni piega è la sovrapposizione di tre strati di tessuto (fig. 1),

Taglio_Cucito_Gonna_Kilt

dei quali uno risulta visibile all’esterno, mentre gli altri due restano nascosti, in seguito alla stiratura, al di sotto del primo strato del tessuto stesso. La misura AB (nella fig. 1) della parte visibile della piega si chiama «larghezza»; la misura ,BCD della parte non visibile si chiama « profondità » della piega. La larghezza è di solito stabilita in base al modello o al proprio gusto; nel caso del tessuto scozzese è determinata dalla larghezza del riquadro. Riguardo alla profondità la regola classica stabilisce che questa sia il doppio della larghezza della piega, fino a una profondità massima di cm 12. Nel caso dello scozzese dovrete a dettarvi alla misura di quest’ultimo e quindi la profondità della piega potrà anche essere uguale alla larghezza, senza che questo sia da considerarsi errore.

Le misure
Per l’esecuzione sono necessario tre misure:

  • giro della vita: 
    misurate con il metro a nastro il punto più stretto del busto; 
  • giro del bacino: 
    passate il metro a nastro intorno ai fianchi nel punto più largo; 
  • lunghezza della gonna: 
    misurate dalla vita fino all’altezza desiderata.

 

Nel nostro caso le misure sono per la mamma:

  • giro vita: cm 66
  • giro bacino: cm 92
  • lunghezza gonna: cm 56;

per la bimba di circa 5 anni:

  • giro vita: cm 55
  • giro bacino: cm 59
  • lunghezza gonna (sopra il ginocchio): cm 32.

Alla misura del giro vita e del giro bacino aggiungete cm 4, per dare alla gonna la necessaria morbidezza.

Preparazione del tessuto
I tessuti scozzesi si trovano in genere in altezza variabile tra i cm 130 e 140. Per ottenere la larghezza necessaria per una gonna a pieghe, sarà indispensabile unire varie strisce (teli) di tessuto.
Se la profondità delle pieghe è il doppio della loro larghezza dovete moltiplicare per tre la misura del bacino (nel nostro caso per la mamma cm 96 x 3 = m 2,88 e per la bimba cm 63 x 3 = m 1,89, otterrete così la larghezza totale di tessuto occorrente.
Per ottenere questa larghezza con tessuti alti cm 130/140 sarà necessario unire tre teli per la mamma e due teli per la bimba. Per avere l’altezza del telo occorre aggiungere alla lunghezza della gonna cm 1 per la cucitura in vita e cm 6 per l’orlo. Nel nostro caso i teli sono lunghi cm 56+1+6 = cm 63 per il kilt della mamma e cm 32 + 1 + 6 = cm 39 per il kilt della bambina. Avremo perciò bisogno di cm 63×3 per la mamma e cm 39 per 2 per la bimba. Nell’acquisto tenete presente che, trattandosi di tessuto scozzese, dove i quadri vanno fatti combinare, potreste dover fare degli scarti e quindi siate abbondanti nella misura, affinché non vi venga a mancare del tessuto. Riportate sul tessuto la misura della lunghezza della gonna e tagliate il primo telo seguendo il disegno. Vi consigliamo di fare in modo che lo orlo finito cada al termine del riquadro di colore più forte: la gonna sembrerà meglio finita che non se l’orlo cadesse a metà di un riquadro qualsiasi (fig. 2).

Taglio_Cucito_Gonna_Kilt

Ora tagliate il secondo e terzo telo, identici al primo: ponete la massima attenzione affinchè i riquadri dell’uno continuino nell’altro alla stessa altezza, facendo, se necessario, degli scarti. Scegliete quindi quale riquadro volete usare per la larghezza della piega, cioè per la parte che più si vedrà. Nel kilt che vi presentiamo, il riquadro nero misura cm 6 e così pure quello rosso.
In questo caso abbiamo due possibilità:

  1. scelto il riquadro rosso per la larghezza della piega (cm 6), la profondità sarà costituita dal riquadro nero (cm 6). Così facendo, la profondità è uguale alla larghezza e la piega poco profonda. Questa soluzione è ottima per la bimba e anche per voi, se non avete molto tessuto a disposizione; infatti, in questo caso, bastano due teli (m 1,30) anche per la mamma.
  2. La larghezza della prima piega è un riquadro rosso (cm 6), la larghezza della seconda è un riquadro nero (cm 6) e così via alternativamente, la profondità è sempre un riquadro nero più uno rosso (cm 6+6 = cm 12), quindi la profondità della piega sarà doppia rispetto alla larghezza, come vuole la regola classica. Se avete tessuto a sufficienza e desiderate che le pieghe non tendano ad aprirsi, questa è la soluzione da scegliere. Per sapere quante pieghe dovete preparare, dividete la misura del vostro giro bacino per la larghezza della piega. Per il nostro kilt, la cui piega è larqa cm 6, abbiamo ottenuto 16 pieghe (96 :6 = 16). Poiché il davanti presenta un pannello liscio, dobbiamo eseguire quattro pieghe in meno.

La confezione
Le aggiunte: quando avrete scelto quale riquadro sarà la larghezza della piega e quale la profondità, potete eseguire l’aggiunta tra i teli. Infatti tutte le aggiunte devono sempre cadere all’interno di una piega, cioè a metà della profondità, così da restare nascoste. Prendete i due teli dal diritto, piegate all’interno il margine di uno dei due, lungo la linea che corrisponde a metà della profondità della piega e fate combaciare questa parte alla corrispettiva sull’altro telo (fig. 2). Eseguite questa operazione dal diritto, appuntando man mano gli spilli, in modo da far perfettamente combaciare i disegni. Eseguite un sottopunto con filo da imbastire e cucite a macchina dal rovescio.
Con un’imbastitura a punti lunghi segnate una linea parallela alla vita a circa cm 13 da essa (fig. 3);

Taglio_Cucito_Gonna_Kilt

fino a questa linea la piega dovrà essere cucita internamente.
Per la bimba questo non è necessario, essendo le pieghe trattenute solo dalla cinturetta in vita.

L’orlo nelle pieghe con cucitura: prima di montare le pieghe, dovete eseguire l’orlo.
Conviene eseguire l’orlo sorfilato (con sortilo a macchina) che resta più veloce e più leggero. Dove l’orlo incontra il ripiego della paramontura non è necessario ne sorfilarlo ne eseguire il sottopunto: sarà la paramontura stessa a trattenerlo, con un punto nascosto molto fitto (fig. 4).

Taglio_Cucito_Gonna_Kilt

Dove l’orlo incontra le cuciture dei teli occorre un particolare accorgimento.
Poiché la cucitura cade all’interno della piega, i margini non potranno essere stirati aperti, si creerebbe, così, un quadruplice strato di stoffa nel ripiego dell’orlo.

Ecco come dovete procedere: stirate aperta la cucitura nell’orlo, fino al punto dove appoggerà il ripiego. In questo preciso punto intaccate con le forbici i margini della cucitura fino a 2 mm dalla cucitura a macchina stessa (fig. 5).

Taglio_Cucito_Gonna_Kilt

Eseguite l’orlo come di consueto, rifinendo a sottopunto o a punto nascosto.

Preparazione delle pieghe: tenete davanti a voi il tessuto dal diritto in modo che la vita della gonna sia verso di voi (fig. 3). Sul lato destro misurate cm 10-12 per la paramontura e ripiegate all’interno, in modo da far coincidere la piegatura col riquadro del dolore prescelto (in genere quello stesso con cui termina la gonna). Iimbastite a margine del ripiego e stirate col panno umido. La larghezza della parte liscia varia a proprio gusto e secondo la misura dello scozzese: come vedete per la bimba abbiamo contato tre quadri, pari a circa cm 18 e per la mamma 4 quadri, pari a circa cm 24. Da questo punto in avanti preparate le pieghe sovrapponendo la stoffa e lasciando visibile la parte desiderata, come è stato detto: ad una ad una appuntatele con uno spillo in vita ed uno all’orlo per avere una traccia e stiratele con ferro a vapore per non lucidare il tessuto (in mancanza, usate un panno di cotone bagnato e strizzato). Completato il numerfo di pieghe necessario, trattenetele con un’imbastitura a punti lunghi, che dal fondo di ciascuna si fermi all’imbastitura eseguita a circa cm 13 dalla vita. Contate nuovamente i tre o quattro quadri che compongono il pannello liscio, ripiegate internamente la paramontura della stessa larghezza della precedente, e tagliate ciò che avanza. Nel kilt della mamma dovete fare in modo che la gonna prenda la forma della vita: calcolate la differenza tra il giro bacino e il giro vita (cm 96-70 = cm 26) e dividete questa misura per il numero delle pieghe (cm 26 :12 = cm 2).
La misura così ottenuta andrà tolta aumentando la profondità di ogni piega di cm 2 in vita, terminando in niente sulla linea di imbastitura a circa cm 13 dalla vita (fig. 6).

Photobucket

La cintura: se desiderate che la cinturetta finita sia alta cm 3, tagliate una striscia di tessuto alta cm 6 più 2 di margine e lunga come il giro vita, a cui aggiungerete cm 24+2 di margine, per la parte di cinturetta che sormonta. Piegate la striscia a metà nel senso della lunghezza con il diritto all’interno e cucitela a macchina alle due estremità: stiratela con panno umido facendola leggermente cedere dalla parte aperta (fig. 7).

Taglio_Cucito_Gonna_Kilt

Rovesciatela al diritto e applicatela imbastendo ir. vita un solo lembo, il diritto della cintura contro il diritto della gonna (fig. 8).

Taglio_Cucito_Gonna_Kilt

La gonna verrà tenuta molleggiata, rispetto alla cintura, per assorbire i cm 4 dati in più. Cucite a macchina. Ripiegate l’altro lembo di tessuto e ribattete la cinturetta sul rovescio (fig. 9),

Taglio_Cucito_Gonna_Kilt

in modo che il margine ripiegato corrisponda alla cucitura a macchina eseguita sul diritto. Rifinite a sottopunto. Indossate la gonna segnando con gli spilli il punto esatto in cui dovete applicare i ganci di chiusura sulla cinturetta: il maschio sarà sulla parte che sormonta, la femmina su quella sottostante (fig. 10).

Taglio_Cucito_Gonna_Kilt

Il primo gancio lo applicherete in margine alla sovrapposizione interna, per sostenere il telo. Il secondo in margine a quella esterna per chiudere la gonna.

dippiù?