Maglia: Le cinture

Cintura a maglia

Impariamo, ora, ad eseguire i vari tipi di cinture: annodata, con fibbia e soprattutto quella nascosta o a “coulisse “. È buona regola lavorare tutti i tipi di cinture con ferri di un numero inferiore a quelli usati per il resto del lavoro. Le indicazioni date per le cinture valgono anche per le martingale.

CINTURA ANNODATA

È generalmente lunga quanto il giro vita più cm 60. I punti variano a seconda del lavoro; normalmente sono: la maglia legaccio (in questo caso la cintura tende ad allungarsi portandola), le coste 1/1 (avviate sempre un numero di m. dispari e iniziate e terminate con 2 m. dir.) e la maglia tubolare.

Quest’ultima è senz’altro la più adatta perché più sostenuta; occorre solo un po’ di pazienza trattandosi di un lavoro lungo.

CINTURA CON FIBBIA
È generalmente lunga quanto il giro vita più cm 20. Escludendo la maglia tubolare, che in questo caso è inutile, potete usare qualsiasi punto perché comunque la cintura va foderata con un nastro canettè.

Cintura a maglia2

CINTURA A “COULISSE”
La parola coulisse, ormai diventata di uso comune nella nostra lingua, vuoi dire scanalatura. Ed è in una scanalatura o guida, infatti, che viene inserita questa cintura; può rimanere completamente nascosta o uscire sul davanti con i due capi da annodare.

La coulisse si ottiene in questo modo: giunti al punto vita, o comunque nel punto dove volete inserire la cintura, raddoppiate il numero delle maglie lavorando 1 f. come segue: * 1 m. dir., 1 m. getto *. Nel f. seguente lav. a rov. le m. gett., passate a dir. senza lav. le altre m. Ora sfilate il ferro: le maglie si dividono automaticamente in due file; passate un ferro in ciascuna fila.

Lavorate ciascuna parte separatamente (quella anteriore con il punto del capo, quella posteriore a maglia rasate perché non ingoffi) per l’altezza della cintura; poi lavorate un ferro prendendo ogni maglia della parte anteriore insieme alla sua corrispondente della parte posteriore, in modo da dimezzare le maglie; proseguite normalmente.

Sul davanti raddoppiate le maglie, solo dal punto in cui volete fare uscire la cintura; lavorate la parte anteriore per conto suo, la parte posteriore insieme alle maglie del resto del davanti.

CategorieSenza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *